Agenti terapeutici

Heilmittel

Il fabbisogno svizzero di agenti terapeutici è coperto perlopiù grazie alle importazioni. Per certi prodotti (antibiotici, insulina) il nostro Paese dipende interamente dalle importazioni.

Negli ultimi anni la globalizzazione ha portato alla concentrazione dei fornitori e delle sedi di produzione; in parallelo, le misure di risparmio hanno determinato la riduzione degli stock a tutti i livelli. Questo contesto ha reso le catene di approvvigionamento più vulnerabili.

L’AEP ha previsto misure per far fronte sia a una penuria o a un esaurimento scorte di breve durata, sia a eventi di più ampia portata, come una pandemia. È possibile agire su due fronti, sostenendo l’offerta (tramite le scorte obbligatorie) e controllando la domanda (distribuzione in base alle priorità, contingentamento).

L’obbligo di notifica sulla piattaforma dedicata dell’UFAE permette di prevedere eventuali difficoltà nel reperire prodotti critici per la sicurezza dell’approvvigionamento. Ciò consente di prendere per tempo le misure necessarie per compensare l’esaurimento scorte annunciato.

Ulteriori informazioni

Ultima modifica 21.08.2019

Inizio pagina

https://www.bwl.admin.ch/content/bwl/it/home/themen/heilmittel.html